Indulto una bella presa in giro per i cittadini.

Immagine uppata su Uppo.it

Bene bene dal 1° agosto da quando e’ uscita la legge sull’indulto,
erano stimate circa 12.700 scarcerazioni, e invece sono usciti fino ad ora piu’ del 37% rispetto alle scarcerazioni previste.
L’amministrazione penitenziaria comunica cifre che riaprono la polemica. Castelli: «Ci hanno mentito». Brutti: «Dati non reali».
Non sono il doppio ma sono sempre 4.700 in piu’ del previsto,
questo ha acceso una polemica, visto quanto e’ stato dichiarato dal Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (DAP) Tutto è nato dai dati forniti dal ministero della Giustizia alla commissione Giustizia del Senato, secondo i quali al 9 novembre erano usciti dal carcere per effetto dell’indulto 24.543 detenuti. A questi andavano aggiunti i 4.964 soggetti usciti dal carcere per misure alternative alla detenzione, più 220 detenuti minori che hanno beneficiato del provvedimento. In totale quindi poco meno di 30 mila persone.
Il presidente della comissione aveva detto che i conti non tornano, e vorrei vedere, su di una stima di circa 12.000 detenuti ne sono usciti 4.700 in piu’, e’ chiaro che qualcosa non funziona, se non sanno nemmeno fare i conti e lasciano in liberta il 37% di detenuti in piu’ stiamo a posto!
Pare che a beneficiare dell’indulto non siano solo detenuti con reati di basso rilievo, ma sono stati rilasciati anche detenuti con pene severe che dovevano essere visionati, e invece, via liberiamo le carceri, e cestiniamo tutti i documenti giudiziari.
Cosi’ da una parte li fanno uscire e dall’altra parte entrano in vigore leggi come quelle sugli emmigrati che presto colmeranno gli spazi tanto studiati per liberare le carceri.Bloccano i fondi per i lavori dei carcerati diminuiscono i sostentamenti ai carceri piu’ in degrado e questo e’ il risultato.
Un bom di uscite per liberare le carcari, ma nulla per restrutturarle, almeno questo e’ quanto posso vedere perche’ non capisco come si possa fare degli errori cosi’.
Un conto e’ sbagliare di qualche decina ma qui si parla di quasi 5.000 unita’!
E tutto questo doveva servire a risanare le casse del DAP, ma a quanto pare tra qualche mese saremo sulla stessa problematica, non faranno a tempo nemmeno a dare il bianco alle pareti delle carceri.
Successivamente è giunta la precisazione del Dap. «Il numero complessivo delle persone scarcerate per l’indulto è pari a 17.449 unità, confermando in pieno la stima effettuata. Al solo scopo di far comprendere le diverse cifre battute nelle agenzie, si precisa altresì che altre 7.178 persone che erano in custodia cautelare, ne hanno ricevuto la revoca. Di queste, 4.456 avevano anche un titolo definitivo e 2.722 erano sottoposte unicamente a misura provvisoria. Costoro non potevano rientrare nella stima richiesta perché la loro liberazione non è conseguente all’applicazione dell’indulto, ma è frutto di una scelta discrezionale dell’autorità giudiziaria».


MASTELLA – «Un’ingenuitá tecnica degli uffici di un sottosegretario», ha spiegato il ministro della Giustitzia Clemente Mastella, «ha creato un equivoco immediatamente chiarito. Non si possono sommare le pere con i carciofi».

E si mi sa’ che qualcuno si e’ fatto qualche pera di troppo.😆
Comunque io non ce l’ho con i detenuti, ma mi domando e’ possibile fare errori simili?
E tutti i processi che sono in attesa per dare precedenza a quelli che poi saranno sciolti con l’indulto,
queste cose sono previste o no?
Tutti i giudici avvocati che lavorano ad un caso, avranno la stessa cura sapendo che l’indulto potra’ risolvere il caso e renderlo in un certo senso nullo! E tutte quelle persone che volevano un minimo di giustizia, perche’ magari sono state truffate derubate ecc? Saranno in grado in base all’indulto di catalogare la precedenza dei processi che hanno maggior bisogno di essere risolti?
Ma tante domande ma non riesco a trovare una risposta a tutto questo!
Spero soltanto che l’indulto aiuti quelle persone che sono in carcere e possono essere recuperate, e che le strutture sociali con i proventi dell’indulto stesso possano migliorare.

Legge 31 luglio 2006, n. 241, Concessione di indulto (G.U. n. 176 del 31-7-2006)

~ di maxfjster su 15 novembre 2006.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: