C’e’ sempre una prima volta.

Immagine uppata su Uppo.it

C’e’ sempre una prima volta.

Infatti, oggi il nostro presidente della Repubblica “Giorgio Napolitano”, fara’ visita al Vaticano al Papa Ratzinger Benedetto XVI.
Non e’ la prima volta che il Papa riceve un Presidente,
ma e’ la prima volta per Napolitano ad essere ricevuto dal Papa,
e nello stesso tempo e’ la prima volta che nella storia del PCI, un presidente della Repubblica Italiana,
faccia visita al Vaticano. Cosi’ si rompe ache questa spece di tabu’,
ma neanche a farlo apposta, insieme a Napolitano ci sara’ anche Massimo D’Alema,
che a sua volta fu il primo presidente del Consiglio ex comunista ad essere ricevuto in Vaticano.
Io credo nelle tradizioni, ma credo anche al cambiamento che il Mondo sta facendo, non solo in fase politica perche’ che il Papa riceva un ex PCI non mi tocca piu’ di tanto, ma sono dell’idea che queste cose accadano non per caso,
ma per la volonta’ che ce’ in ognuno di noi (e tante volte nemmeno ce ne rendiamo conto).
Perche’ dobbiamo essere sempre pessimisti, se oggi il Papa riceve un ex PCI,
dobbiamo vederla solamente nel verso piu’ significativo e cio’e’, il Presidente e’ invitato dal Papa.
La sinistra la destra, sempre a fare il punto, e a polemizzare,
per me, non esiste ne destra ne sinistra o meglio, non sono mai esistite.
Entrambi hanno fatto del bene e del male,
esiste pero’ il buon senso e il senso civile, in ogni parte del mondo la politica a le sue ritorsioni e i suoi momenti di gloria.
Non voglio usare un blog per sparare le mie idee politiche,
pero’ dico, abbiamo avuto un governo per 5 anni, e nessuno dice di averlo votato, o meglio e’ quello che si dice quando si parla al bar o al lavoro,
ora ne abbiamo un altro e nello stesso caso nessuno ammette di averlo votato, a prescindere dal fatto che il voto e’ segreto.
E’ come tirare il sasso e nascondere la mano. Si parla di politica ma per polemizzare e dire cio’ che e’ stato fatto di male,
si parla di Berlusconi, e del suo governo come ora si parla di Prodi, ma si discute solo del male,
e’ un susseguirsi di polemiche e battibecchi, quello che continua a mancare e’ la comunicazione.
Magari sembra un discorso a senso unico,
ma e’ cio’ che vivo ogni giorno, si parla di politica come parlare di calcio, o sbaglio!
Be comunque mi fermo perche’, sembra di fare polemica sulle polemiche.
La storia parla chiaro, la politica anche, ce’ una differenza pero!Noi pensiamo, che la storia la facciamo noi, e la politica la fanno gli altri! Questo e’ il pensiero di una persona qualunque, poi magari sbaglio, ma dico cio’ che sento dentro….e anche fuori!!
Comunque cambiando discorso o meglio tornando a parlare della visita del Presidente al Papa,
dobbiamo sperare in un buon lavoro colettivo, e vedere la visita anche come “un evento ricco di buoni auspici sia per la Chiesa sia per lo Stato”, l’Osservatore Romano ha sottolineato che “la Santa Sede e l’Italia possono continuare a operare congiuntamente a livello internazionale, mediante un sempre più efficace impegno a favore della pace, dello sviluppo, della comprensione fra i popoli e le culture, del rispetto dei diritti umani e, in primo luogo, della libertà religiosa, nonché con una fattiva attenzione e solidarietà verso quelle regioni del mondo che sono tuttora colpite dai flagelli della guerra, della violenza terroristica, della fame, della sete e delle epidemie”.
Io non sono un cattolico praticante, anche se ho fatto cresima e comunione, ma non e’ un motivo per reputarsi dei cristiani,
anche perche’ cresima e comunione le ho fatte come la maggior parte degli Italiani, sotto l’invito dei genitori ma non perche’ lo sentivo dentro.Con questo voglio dire che un credo, e’ cio’ che ci sentiamo dentro e non cio’ che si fa’ per uso e costume,
non mi pento nemmeno di averle fatte, ma le persone che lo fanno devono ritenersi cristiane se sentono un bisogno spirituale nel proseguire. Va bene va lasciamo stare, dto passando dalla politica alla religione e viceversa, concludendo non voglio dire di essere ottimisti per far conenti i politici, perche’ ce’ gente che e’ veramente incazzata (scusate ma quando ce vo’ ce vo’) e con buoni motivi,c’e’ gente che non se lo puo’ neanche permetere di incazzarsi (scusate un altra volta, ma quando ce vo’ ce vo’), e allora ogni tanto cerchiamo di sdramatizzare, tanto ci tocca!!
C’e’ sempre una prima volta.

~ di maxfjster su 20 novembre 2006.

7 Risposte to “C’e’ sempre una prima volta.”

  1. Si ma Pertini? Ce lo siamo già dimenticati? Il simbolo della resistenza partigiana era intimo amico di Giovanni Paolo II

  2. Hai ragione brigidafraioli,
    ma io ho fatto un mio commento per cio’ che riguarda,
    il governo attuale.
    E chi se lo dimentica Pertini,
    tra tutte le cose belle che ha fatto,
    una piccolezza che pero’ fa’ rendere l’idea.
    Nel 82′ al ritorno in aereo con la Nazionale,
    Pertini giocava a scopa con i giocatori!!
    Napolitano manco se ne’ fregato piu’ di tanto, e Prodi…
    siamo stati fortunati!
    Che uomini, senza un filo di umorismo e patriottismo!!
    Non vado oltre perche’ non voglio entrare nei meriti della politica odierna, che parla da se!
    Grazie della visita brigidafraioli!

  3. No, solo che oggi mi sono stupita del clamore che ha suscitato la visita di Napolitano dal Papa… tutti l’anno spacciata come una specie di svolta, quando i precedenti c’erano ed erano illustri

  4. Se parli di presidenti Italiani,
    non ce ne sono mai stati,
    se invece ti riferisci a presidenti e non, fuori dall’Italia allora non posso che darti ragione.
    Vedi Woityla, da F.Castro, ecc.
    Si parla da quando e’ stata fondata “La Repubblica Italiana”.
    Poi magari me ne’ sfuggito qualcuno, ma ripensandoci non mi viene in mente nulla, Brigida.

  5. no, io mi riferivo a Pertini, che non era “comunista” ma era addirittura manifestamente laico e apparteneva al partito socialista, essendo stato partigiano e resistente eppure era un grande amico di Woytila
    E’ un precedente piuttosto pesante.

  6. laico naturalmente, volevo dire ATEO…

  7. Che era amico di Woytila, lo sapevo,
    un Papa cosi’ non so’ se nella vita di adesso, avro’ il piacere di vederlo ancora.Perquanto riguarda il grande piccolo Perini,
    non sapevo fosse Ateo!!Non mi stupirebbe cmq.😆

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: