Situazione sicurezza internet.

Immagine uppata su Uppo.it

Ho letto vari articoli sulla sicurezza in cui ci dobbiamo difendere dalle minacce che ci possono sbucare ad ogni angolo di Internet.
Tra tanti articoli come Punto informatico, webmaster point, pc download, software.it ecc, ho raggiunto alcune conclusioni, che tutti sanno.
I software, shareware, a volte sono peggiori o meno efficaci di alcuni softweare freeware, ma non saro’ di certo io a dirvelo o a farvelo notare, lo avrete provato sicuramente sul vostro pc. A volte lo costatiamo per il semplice fatto di
provare alcuni antivirus free, nell’intento di trovare qualcosa di sodisfacente senza spendere soldi, a volte siamo costretti perche’ utilizziamo software che non sono nostri, come in ufficio, oppure dobbiamo fare delle ricerche e utilizziamo pc che ci vengono prestati (questo accade di piu’ con notebook). In breve volevo far presente che le classifiche di alcuni antivirus tra i piu’ usati nel mondo, in testa ci sono parecchi software free. Ed uno si chiede, com’e’ possibile che software che non costano nulla possano essere piu’ efficaci di altri che costano se pur somme irrisorie ma comunque con licenza a pagamento?
Secondo me’ e’ semplicemente una questione di marketing , cio’e’ con alcuni prodotti messi in rete con licenza free, (libera) si va a incrimentare il marchio sul mercato, rendendolo visibile sempre a piu’ utenti.
Infatti e’ come regalare migliaia di software, per poi venderne anche la meta’ con altri introiti e altri usi piu’ necessari a ditte molto piu’ grandi. Infatti i software free spesso sono programmi per utenti che ne fanno uso domestico, mentre i programmi con lo stesso marchio, vengono rilasciati alle aziende sotto licenza a pagamento.
Questo perche’ e’ scritto in ogni contratto freware, cio’e’ il prodotto e’ reso libero di licenza al solo fine di farne uso domestico e non commerciale! Chissa quante volte lo abbiamo letto nelle licenze o nei contratti dove alla fine ci viene chiesto – Accetto – Non accetto -.(ormai non si leggono nemmeno piu’ i conratti, a volte perche’ in lingua estera e a volte o meglio spesso perche’ lunghissimi, ed e’ brutta abitudne)
Io e’ parecchio che navigo ed ho usato parecchi software free, e tuttora li uso.
Tornando a parlare di sicurezza, ho provato molti antivirus, firewall, programmi per la pulizia di registro, e tanti altri.
Ma alla fine saranno necessari tutti questi programmi?
Proviamo a pensare se dovessimo pagare ognuno di questi programmi,
io avrei gia abbandonato internet, oppure sarei propio uno sprovveduto, o chi lo sa’,
magari spenderei lo stipendio solo per mantenere questa mia passione!
Secondo me’, e alla mia esperienza, i software sono utili in base all’utilizzo che si fa’ del pc.
Se non navigassimo non sarebbe di nessun aiuto, ne l’antivirus ne tantomeno il firewall , nello stesso tempo verrebbero a venir meno l’uso di browser, eccetera eccetera. Quello che mi fa’ impressione e’ che fino a 10 anni fa’, usare un modem a 56 k era gia’ una libidine, adesso per un utente comune e’ possibile arrivare a 20 mega, con l’adsl, e chissa a dove arriveremo.
Io come al solito mi perdo, e dunque tornando a parlare di sicurezza,( io come al solito quando scrivo tendo sempre ad uscire dal discorso e ad andare su altri), in pratica ho seguito un test, che e’ stato fatto da Programmi free a inizio 2006, ed e’ stato efettuato su di un campione di circa 12000 files nfetti da virus (dai più innocui ai più dannosi, sia vecchi che recenti), worm, trojan e altra spazzatura di vario genere. Questi files sono stati scompattati in una cartella e da lì fatti analizzare ai vari antivirus.

Ogni antivirus è stato regolato al massimo delle sue capacità di scansione.

Nei risultati riportati qui sotto, non è stato preso in considerazione l’eventuale appesantimento del sistema operativo, ma esclusivamente la capacità di identificare virus (il confronto in velocità e leggerezza degli antivirus è stato invece fatto a fine Maggio 2006). Tutti gli antivirus presenti sono stati aggiornati subito prima di eseguire il test

Posizione

    (Se vi interessa, provare e scaricare uno di questi programmi,
    potete farlo direttamente da questo sito,
    semplicemente clikkando sul programma che piu’ vi interessa.
    Oppure visitate il sito dei programmi.)
  • 1 Kaspersky Personal Pro 5 shareware 94.35 % 4’27”
  • 1 Antivir PE freeware 94.35 % 2’25”
  • 3 F-Secure 2006 shareware 94.00 % 3’50”
  • 4 McAfee Internet Sec 2006 shareware 93.97 % 5’45”
  • 5 BitDefender 9 shareware 93.91% 2’59”
  • 6 BitDefender 8 free freeware 93.77 % 2’02”
  • 7 Norton Antivirus 2006 commerciale 93.67 % 18’40”
  • 8 Symantec Antivirus Corporate 10 commerciale 93.65% 2404′ 45″
  • 9 McAfee Enterprise 8.0i commerciale 93.55 % 8’40”
  • 10 Panda Titanium 2006 shareware 93.53% 5’40”
  • 11 Trend Internet Security 2006 shareware 92.94 % 19’15”
  • 12 ClamWin 0.87.1 open source 91.41 % 2’32”
  • 13 Avast! 4 Home freeware 91.40 % 4’15”
  • 14 F-Prot 3.16d shareware 88.78 % 2’20”
  • 15 AVG 7.1 free freeware 87.23 % 45’51”
  • 16 EZ trust shareware 84.42 % 13’03”
  • 17 NOD32 shareware 78.10 % 1’10”
  • NOTA: Kaspersky Personal ha raggiunto praticamente gli stessi risultati della versione pro (94.34%). In questo test -che riguarda le capacità di scansione di un antivirus- sono stati inseriti anche Bitdefender 8 free e Clamwin che non hanno la funzionalità di scansione in tempo reale.

    Il tempo per la scansione riguarda la scansione dei 12000 files infetti. La velocità di scansione di files non infetti può essere molto diversa dalla velocità di scansione di files non infetti, come mostrato nell’ultimo test di questo confronto (dipende insomma dall’antivirus): per esempio Symantec Antivirus Corporate 10 entra in letargo quando trova dei virus… ha impiegato oltre 40 ore per eseguire il test (che sono stati ripetuti altre 2 volte su campioni ridotti e su installazioni di Windows pulite perché non sembrava possibile).

    CONSIDERAZIONI: E’ interessante vedere che i migliori antivirus sono più o meno sulla stessa linea, e che nemmeno quest’anno gli antivirus gratuiti (Antivir PE in testa) sfigurano rispetto a quelli a pagamento (ognuno potrà avere delle limitazioni proprie -e anche comprensibili- rispetto a quelli a pagamento, tuttavia fanno una figura più che buona).

    Da notare che l’ 1% di differenza tra un antivirus e l’altro comincia già ad essere significativo, perché su decine di migliaia di virus in circolazione (se non centinaia di migliai), l’1% in meno significa essere esposti a centinaia (forse un migliaio e oltre) di virus in più.

    Da ricordare che i risultati di questo confronto valgono esclusivamente per i virus presenti e passati. … non c’è garanzia che le (buone) prestazioni attuali si riflettano in quelle future (anche se effettivamente confrontando questi risultati con quelli del 2004 le posizioni principali cambiano poco).
    C’e’ da considerare una cosa a cui io faccio spesso attenzione e cioe’ l’open source. In pratica sono programmi non solo liberi di licenza, ma sono denominati Open Source, propio perche’ sono seguiti da tutti gli utenti che vogliono aderire allo sviluppo, e alla crescita di questi programmi, segnalando bug o anomalie di ogni genere, in piu’ possono essere implementate modifiche, che vengono testate e poi introdotte con aggiornamenti via internet, a tutti i possessori di tali software in tutto il mondo, ed in ogni lingua.
    Come accade per il conoscutissimo sistema operativo linux, che a differenza di windows, linux offre una maggiore semplicita’ di utilizzo anche se ancora sono pochi ad utilizzare le varie versioni, tutte fornite in open souce, e con una ampia gamma di varianti.
    Tornando alla sicurezza internet, ormai e’ indispensabile un antivirus ed io personalmente, uso AVG , e mi sono sempre trovato bene, ho un aggornamento sul database dei virus, ogni giorno e da poco e’ uscita la nuova versione 7.5, sempre in italiano. In precedenza ho usato anche antivir, avast, nod 32.
    E devo dire che tra questi non ho notato difetti rilevanti, come quelli che ho riscontrato su di un antivirus a pagamento,
    naturalmente non posso fare il nome! Ma se vi dico questo… a cosa pensate?1- Allora e’ pesantissimo!2- Quando lo togli lascia cartelle .a. da tutte le parti immaginabili, anche nella lavatrice!3- Ti fa domande del genere : ho trovato un virus, cosa devo fare?
    Ma non lo so’ tienilo li, non si sa’ mai magari puo’ venir utile da spedire a qualche mia ex!4-Costa na cifra.5-Chi ce l’ha non lo togle..perche(dice)? Con quello che l’ho pagato!6-Ha tutto in uno, antivirus antispam firewall,controlla la mail,scansione in tempo reale, ti porta giu’ il cane, mette a posto il mobile dove hai il pc.
    Il resto e’ scritto sul retro del container, si perche’ lo vendono dentro delle scatole 2 metri per 1.
    Va be basta scherzare, quello he volevo dier l’ho detto spero di essere stato utile a qualcosa,in alternativa, pazienza ci provero’ la prossima volta.
    Ciao.

    ~ di maxfjster su 21 novembre 2006.

    2 Risposte to “Situazione sicurezza internet.”

    1. UFFFFF!!! Stavo navigando e sono capitata qui per caso…
      per ignoranza eriguardo l’informatica gli occhi mi sono subito caduti su quell’img
      O_o m’è preso un infarto (anche perché non sto sul mio pc)

    2. Ciao, Nimue o Prisma,
      mi spiace…ora ti sei ripresa😆
      Grazie della visita cmq,
      ciao🙂

    Lascia un commento

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...

     
    %d blogger cliccano Mi Piace per questo: