Gekissimo e il copia e incolla.

Stavo visitando alcuni blog quando sono rimasto incuriosito da quest’articolo di Andrea Guida che visito e stimo moltissimo,
per originalita’ e qutilita’ che questo blog alimenta con i suoi articoli.(l’articolo dove viene citato lo scopiazzamento)
Sappiamo tutti cose’ il marchio Creative Commons, e la sua utilita’ io sono stato citato da un altro blog per non averlo ma chi e’ quel folle che copierebbe i miei articoli!😆
Quello che e’ successo invece da Andrea Guida, infatti “l’autorevole” blog Gechissimo si permette di copiare integralmente gli articoli da Andrea e non solo.(fatevi un giro e ve ne accorgerete)
Oltre ad essere una brutta cosa e’ anche contro le leggi, se propio ci piace un articolo ed e’ consentito copiarlo mettiamo almeno la fonte linkabile.
Puo’ succedere di trarre articoli da giornali o blog e da essi crearne uno nostro, la cosa e’ differente e puo’ succedere di non citarne le varie fonti.
Ma che figura da scopiazzatore e’ copiare integralmente un articolo, con tanto di foto (uguale,che ne convalida la prova schiacciante) e inserirlo nel propio blog, dove magari abbiamo pubblicita’ o adsense.
Questa e appropiazione di un articolo, con le conseguenze che chi lo legge clikka sulla pubblicita’ per esempio, e alla fine il vero autore dell’articolo viene truffato doppiamente.
Io ammetto di aver preso articoli da giornali o news letters che mi arrivano, ma difficilmente dimentico di inserirne la fonte, o almeno mi sono corretto nel tempo e non perche’ mi e’m stato consigliato, ma perche ti viene da dentro di non sentirti corretto, e se ne ho dimenticato qualcuno vi sarei grato di farmelo notare, rimediero’ subito.
Ma certi blog lo fanno tranquillamente, consapevoli d’essere in torto e di sfruttare cio’ che non ci appartiene minimamente, firmandoli e beccandosi pure degli elogi come e’ successo a Gechissimo, oltre ad introiti vari.

Andrea dice:

Quando l’ho letto non volevo crederci: le grandi abilità e competenze di quelli di Geekissimo sono state addirittura premiate, infatti, questi signori sono stati ammessi nello staff dei curatori della versione italiana dell’iniziativa Giveaway of the Day (altra iniziativa che avevo segnalato io come uno dei primi e poi è apparsa su mezzo web italiano, senza manco la citazione di mezza fonte… ma questa è un’altra storia…).

E’ comodo per tanti blog copiare ed incollare aricoli di varie fonti senza il minimo sforzo, pensate in oltre alla pubblicita’ che ne traggono e alla notorieta’ che viene reputata ingiustamente e sulle spalle di gente che si sbatte ore per creare l’articolo nel solo intento di rendersi utile o anche per un fatto strettamente personale, sta al blogger rispettare o meno tale legge sui diritti d’autore, che fine faremmo se ci scopiazassimo a vicenda.
Navigando vedo articoli ben strutturati, con tanto di immagini che ne mostrano l’introduzione e le modalita’ d’impegno,(esempio l’uso di un plg-in o programma) e sapete meglio di me quanto tempo ci vuole.
Ecco, poi arriva uno e tac, copia e incolla il tuo sudatissimo articolo e lo mette nel blog, con tanto di pubblicita’ pop-up e come se non mancasse il marchio Creative Commons, che ne vieta la duplicazione, e’ il colmo o no!
Be, tutto questo per dire rispettiamo gli articoli dei vari blogger che si sbattono per farci avere notizie nozioni, plug-in per far crescere quelli come me che sono alle prime armi.
Questa e’ anche un autocritica, nel senso che a tutti noi o quasi e’ capitato di apprendere notizie da varie fonti,
la cosa importante e guardare sempre se quell’articolo e’ protetto o meno, anche se pur non essendo coperto e’ la nostra integrita’ a dettarci cosa sia giusto fare. Quindi quando vediamo articoli copiati deliberatamente, cerchiamo di comunicarlo puo’ essere una dimenticanza, nel caso contrario servira’ per lo meno ad arginare tutti quei blog che non si sprecano nemmeno di scrivere cio’ che nasce dalla loro fantasia, ma copiano alla grande sminuendo cosi’ i blog da cui prendono gli articoli.(anche se secondo me chi copia fa poca strada)
Io per primo non mi sento uno stinco di santo, ma per lo meno cito e linko le fonti, anche se secondo me copiare di sana pianta (che e’ ben diverso dall’articolo costruito su varie fonti) inserendo il link non e’ buona cosa, ammeno che non si stia riferendo ad un articolo,
a quel punto e’ giusto copiare dall’articolo, per poter permettere a chi legge da dove sono state prese quelle affermazioni o notizie.
Un saluto a tutti e grazie a quei blog che hanno promosso questa iniziativa contro lo scopiazzamento spudorato!!!

~ di maxfjster su 3 maggio 2007.

3 Risposte to “Gekissimo e il copia e incolla.”

  1. Mi trovi assolutamente d’accordo. Va da sé che non si possa postare un articolo senza avere delle fonti, a meno che non si tratti di una nostra esperienza o di un nostro lavoro (parlando di siti informatici chiaramente) ma io stessa mi trovo spesso a leggere la ‘medesima’ notizia su uno, due, tre.. siti diversi e, spesso, scorri indietro fino alla data di pubblicazione per scoprire che magari, il primo ad aver pubblicato l’articolo era lo sfigato che si fa un mazzo così ogni giorno per offrire il proprio pulpito o il proprio contributo ma i meriti finiscono sempre ai soliti 10 siti. Lo trovo avvilente.
    Tempo fa, sai, avevo un blog personale, piuttosto seguito. Un giorno vado per rispondere ad una tizia che mi aveva fatto i complimenti per il mio spazietto sul Web ed entrando nel suo trovo un mio sfogo emotivo di pochi giorni prima sulla sua pagina. Shock!! Ti rendi conto? Le mie parole, le mie lacrime, le mie elucubrazioni.. i miei sentimenti copiati per intero. Che razza di personalità ci vuole per copiare addirittura un post personale?
    Guarda, credo di essere una malata di Web – dovresti vedere cosa non ho messo tra i miei segnalibri o tra i feed :p – ma mi stupisco ancora di quanto opportunismo ci sia in giro.
    E’ inevitabile prendere spunto, talvolta ripetere notizie straquotate e tant’altro. Non tutti siamo dei geni, non tutti dei grafici, o dei programmatori o abbiamo parenti che lavorano per le principali software house dai quali rubare le news di primo pelo ma concordo pienamente sul fatto che a tutto c’è un limite e aggiungo che una delle spiegazioni a cui personalmente accosto il significato di Web 2.0 è anche trovarsi di fronte a cloni di cloni di esseri inanimati (a meno che non si usi flash!! hihihihi). ciau.

  2. sono tornata.. ero un po’ persa tra le mie paranoie e l’andalusia.. terra mitica! ho letto il commento che mi avevi lasciato sul blog in risposta a questo qui sopra.. ora ti dirò che il mio sfogo non era proprio riferito a geekissimo, anche perché non lo seguo costantemente. tratta molti argomenti ma in maniera spesso sommaria, quindi faccio riferimento a siti + autorevoli come punto informatico o html.it. ad ogni modo la critica era rivolta ai mille blog informatici sparsi qua e là per il web, dove troppo spesso si trovano i famosi copia e incolla che citi nel tuo articolo. a questo punto che dire? grazie per la visita e.. w l’originalità.. anche se, ahimè, i miei blog (oltre al fatto che è parecchio che non ci scrivo nulla) non fanno certo eccezione nella superclassifica dei siti ‘banali’.. baci baci.

  3. Ciao simona, e’ sempre un piacere avere le tue visite,
    il mio infatti era un punto di riflessione, se poi gekissimo c’e’ andato di mezzo e’ perche’ e’ uno dei tanti* che sfrutta spesso e volentieri il lavoro altrui,
    ma a quanto pare i vari post che gli hanno dato contro lo hanno messo un po’ in careggiata!😆
    Speriamo!!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: