Maledette gomme.


Il vincitore Vermeulen su Suzuki.

Purtroppo Valentino ha sofferto piu’ che mai,
le brigestone hanno dettato legge e per Vale e’ rimasto il solo utile piazzamento al 6° posto.
Daltronde la gara e la pioggia hanno cambiato tutte le carte in tavola,
infatti nei primi giri sull’asciutto Valentino e’ riuscito a entrare tra i primi ma dopo la pioggia e il cambio di moto come prevede le nuove regole, hanno fatto si che Vale perdesse posizzioni su posizioni, l’unica cosa positiva e’ che ha comunque guadagnato punti, grazie alla caduta di Stoner ora il distacco da Stoner e’ di 21 lunghezze, e se la michelin non trova una soluzione la Yamaha dei due compagni Rossi e Edwards, hanno poco da fare contro le brigestone e le Ducati, ma oggi e’ stata la giornata anche per le Honda ma sopratutto per la Suzuki.
Vi lascio a dettagli piu’ approffonditi.

ROMA – Prima vittoria per la Suzuki e per l’australiano Chris Vermeulen, piu’ forti della pioggia nel Gp di Francia a Le Mans, quinta prova del mondiale Motogp. Valentino Rossi invece soffre ancora per le gomme.

Partito – con l’asciutto – dalla seconda fila, dopo il cambio moto per la pioggia Rossi si issa fino al terzo posto alle spalle di Vermeulen e Melandri e davanti a Casey Stoner. Ma al giro 17 ecco il primo dei suoi tre ‘dritti’, con cui da’ via libera all’australiano leader del mondiale. Altri sei giri e di nuovo Vale fatica a restare in piedi: e’ Nicky Hayden a passare. Al giro 25, di nuovo un ‘dritto’ e se ne vanno pure Pedrosa e Hofmann. Sembra la corsa del gambero, quella del ‘dottore’.

Quando e’ settimo e mancano due giri e’ proprio Hayden a regalargli una posizione ed un punto: l’americano campione del mondo cade sull’asfalto-saponetta. Davanti, Vermeulen, Melandri e Stoner vanno sul podio. Vale e’ sesto, dietro anche a Pedrosa e Hofmann. Significa lasciare altri sei punti mondiali a Stoner che finora e’ rimasto fuori dal podio solo una volta (quinto in Spagna). Ora sono 21 le lunghezze di ritardo di Rossi nella classifica mondiale: 102 punti per l’australiano in rosso, 81 per Valentino.

Nelle altre classi, Jorge Lorenzo ottiene la 4/a vittoria stagionale in 250. Nelle 125 invece s’impone Gadea (e come per Vermeulene e’ l’esordio sul gradino piu’ alto), mentre Mattia Pasini si deve fermare: ancora una volta tradito dal motore della sua Aprilia, a quattro giri dalla fine.

~ di maxfjster su 20 maggio 2007.

2 Risposte to “Maledette gomme.”

  1. .. non è che il Vale deve concentrarsi un po’ di più e tronare a vincere !!!!!

  2. Sicuramente non e’ nelle migliori condizioni,
    ma le gomme propio non erano a posto,
    hai visto alla fine della gara, le gomme di Valentino erano nuove,
    in prativa non prendevano ed erano di mescola troppo dura.
    Non stava in piedi sta moto, e poi quest’anno sono veramente tutti in gran forma, la vedo dura.
    Io comunque tifo per Vale e per le Ducati, onore alla patria!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: