Google alla ricerca della perfezione

Google il motore di ricerca piu’ noto e completo e’ giunto quasi al suo decennio, infatti fu’ fondato a Mountain View nel 1998 da Larry Page e Sergey Brin,
il motore di ricerca vanta dell’80% delle ricerche su tutta la rete internet e non si limita solo al web (World Wide Web,) ma si estende alla ricerca di immagini, gruppi, notizie, e altro ancora.
Vanta oltre di un numero elevato di servizi come Google Desktop search, Blogger, Labs, Libri, Pages, Maps, Adsense, e tanti altri ancora.

(Da Wikipedia)L’azienda, che ha il proprio quartier generale a Mountain View in California, nel cosiddetto Googleplex, è al momento gestita con capitali privati, i maggiori detentori di quote sono Kleiner Perkins Caufield e Byers and Sequoia Capital. Nell’ottobre 2003, discutendo una possibile offerta pubblica iniziale la società fu contattata da Microsoft a proposito di un possibile accordo o di una fusione; Google rifiutò l’offerta. Nel gennaio 2004 è stata annunciata l’assunzione di Morgan Stanley e Goldman Sachs Group per organizzare l’offerta pubblica iniziale, che potrebbe raggiungere i 4 miliardi di dollari americani, dando a Google un capitale di mercato di 12 miliardi di dollari, secondo un banchiere coinvolto nella transazione.

Il 9 marzo 2006, Google ha acquistato dalla compagnia Upstartle Writely un word processor utilizzabile tramite Browser, che permette il salvataggio dei files prodotti in formati assai diffusi, permettendo una facile interoperabilità con vari Software di produttività personale. Infine, il 9 ottobre 2006, Google ha rilevato il portale per video amatoriali YouTube, vero fenomeno di massa tra i giovani per la facilità di condivisione di video amatoriali con circa 20 milioni di visitatori al mese, per l’astronomica cifra di 1,65 miliardi di dollari.
Il suo metodo di ricerca che fu’ ideato da Larry Page e Sergey Brin, fu’ una e vera e propia scoperta mediatica, infatti dagli inizi Google non era solo un motore di ricerca ma lavorava in parallelo gia’ alla ricerca di immagini, notizie.Col passare del tempo fu ottimizzato grazie ai suoi numerevoli azionisti, che lo hanno fatto diventare in pochi anni il motore di ricerca senza concorrenti, basta pensare che quasi l’80% di utenti lo usa come homepage, eccetto naturalmente le aziende.
Ora si sta concentrando con una nuova modifica, infatti oltre al normale uso che viene efettuato e cio’e’ ricorrere alla parola chiave per cercare determinate pagine o risultati, sta cercando ed e’ gia a buon punto con una nuova versatilita’
Google ha annunciato l’intenzione di cambiare radicalmente questo approccio offrendo una visione globale dei risultati disponibili.
Ipotizzando quindi una futura interrogazione al motore di ricerca di Google potremmo aspettarci un serie di risultati che in modo incondizionato riguardano pagine web, immagini o video di YouTube che, lo ricordiamo, è stato da tempo acquisito dal colosso di Mountain View.
In pratica da quanto annunciato da google, potrebbe sembrare una modifica d’immagine o grafica ma se si va piu’ nel insieme delle varianti ler modifiche saranno molto piu’ evidenti e innovative.
Il nuovo metodo di presentazione dei risultati di Google darà maggior visibilità a contenuti che oggi andrebbero ricercati appositamente poichè di default le ricerche vengono effettuate nelle sole pagine web. Di questo particolare dovranno tenere conto tutti quanti intendono figurare ai primi posti delle pagine di Google e, con ogni probabilità, sarà necessario creare network nei quali siano presenti e indicizzabili molteplici tipologie di contenuti.
Nello stesso tempo la ricerca avra’ anche funzioni innovative per tutto cio’ che riguarda la pubblicita’, dunque tutte quelle pagine che vengono proiettate grazie all’indicizzabilita’, saranno proiettate anche grazie ai netwprk di video sharing.
Questa nuova modifica sprechera’ molte risorse, e anche se sembra una piccola modifica, il colosso di Mountain View parla di circa due anni per arrivare alla fine del nuovo e universale metodo di ricerca. La notizia non ha fatto poco scalpore infatti la realta’ online si e’ gia’ preparata per ben figurare nei vari settori e metodi di ricerca del nuovo e rimodernato Google.
In poche parole con una parola chiave si avra’ accesso a informazioni aggiornate in tempo reale, immagini e video. Ormai Google ci ha gia’ abituato al suo continuo sviluppo e chissa’ ora cosa ci riservera’ visto che occorrono (come comunicato da Google) due anni di tempo.


Una curiosita’, perche il nome Google?
da Wikipedia
La parola “Google” deriva da googol, termine coniato da Milton Sirotta (nipote minorenne del matematico americano Edward Kasner) nel 1938, per riferirsi al numero rappresentato da 1 seguito da 100 zeri. L’uso della parola fatto da Google riflette la volontà della società di organizzare l’immensa quantità di informazioni disponibili sul Web. Inoltre il termine viene associato con un gioco di parole alla parola “binocolo” (in inglese Googles) infatti il motore permette di “guardare da vicino” la rete. La parola Google infatti richiama ad una fantomatica formula magica capace di trovare qualsiasi cosa sul web. Riguardo alla derivazione della formula esistono tesi opposte e contrastanti, ma la più comune la attribuisce ad una popolazione africana che usava la formula come buon auspicio per la caccia.

Fonte Hardware Upgrade.

I fondatori di Google

~ di maxfjster su 21 maggio 2007.

2 Risposte to “Google alla ricerca della perfezione”

  1. eccomi…letto tutto l’intervento…
    questa superpotenza googliana mi mette comunque un po’ (molta) ansia. Ho sperimentato un po’ di tempo fa, quando telecom non andava per nient d’accordo con i server google…non riuscivo a fare assolutamente niente in rete…talmente tanta pubblicità di google c’era ovunque…i famosi AdSense… :-S
    Ho visto con piacere immenso di essere inserito nel tuo blogroll…ricambio immediatamente…

    a presto..quando avrò un po’ più di tempo per star dietro al mio blog…sigh….

    buona serata

  2. Ciao Kit,
    google avra’ tanta pubblicita, e’ vero,
    ma e’ un pozzo di informazioni!
    In piu’ con questo progetto diventera’ veramente un colosso del web,
    per aver dato buca a ziobill vuol dire che hanno le …..
    io senza google mi sentirei un po’ spaesato, forse perche’ mi ci son fosilizzato e dunque non ho mai usato altri motori di ricerca!
    Grazie della visita.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: