AIDS, SCOPERTA PROTEINA CHE STIMOLA LE DIFESE

Ciao a tutti,
non prendetemi per pigro o copione visto che questa notizia l’ho presa dall’Ansa,
ma visto lo spessore di questa notizia, ho deciso di postarla cosi’ come l’ho letta (posso solo dire, un passo in piu’ verso la sopravvivenza).
Ci sono parole, principi, sigle e molto altro alle quali non posso dare un mio parere, o spiegarle a modo mio,
ma mi limito solo a postarle ed aggiungere alcuni link, per chi non ha letto questa notizia e ha a cuore questa malattia a cui non ce’ ancora un rimedio, ma solo un evolversi di risultati di equipe o di medici, sociologi, psicologi che lottano giorno per giorno per aggiungere una certezza che accumolata con le altre ha reso possibile a molti di prolungare la propia vita.
Nessuno sa se siamo o no, vicini alla soluzione, ad un vaccino, che possa eliminare questa tremenda e terrificante piaga che uccide sopratutto i piu’ piccoli perche’ non hanno nemmeno la possibilita’ di “sapere” e di conseguenza le “possibilita’” per difendersi.

MILANO – C’é una proteina in grado di stimolare le difese dell’organismo al livello delle mucose genitali. Il suo meccanismo d’azione è stato indagato e chiarito in uno studio internazionale coordinato dal gruppo del professor Mario Clerici dell’Università di Milano. Studio che apre nuove prospettive per la messa a punto di un vaccino per l’ Hiv e per altre malattie sessualmente trasmesse.

La ricerca, pubblicata su ‘PLoS ONE’, si riferisce alla chemochina indicata con la sigla MEC-CCL28 ed è stata condotta in collaborazione con l’Ospedale SS.Annunziata Antella (Firenze) e con organizzazioni di ricerca francesi (IRD di Montpellier), americane (Università di Los Angeles e Columbia University di New York) e africane (University of Zambia, di Lusaka). In particolare, i ricercatori hanno valutato l’effetto della CCL28 sull’induzione di una risposta immunitaria: si è visto che la chemochina attira nelle mucose genitali le plasmacellule, cellule ‘sentinelle’ del sistema immunitario che producono anticorpi protettivi chiamati IgA. Studi precedenti condotti in donne sane che erano partner sessuali di soggetti Hiv-positivi avevano dimostrato che queste donne erano protette dal virus dell’ Aids da diversi fattori, tra cui proprio la produzione di IgA specifiche dell’ Hiv a livello delle mucose genitali.

I risultati del nuovo studio dimostrano ora che c’é una relazione fra la protezione dovuta alle IgA e la concentrazione della chemochina CCL28, che aumenta nel plasma e nella saliva dei soggetti esposti ad Hiv ma non infetti: è infatti la chemochina che attira le plasmacellule che producono anticorpi IgA. “La prova è venuta da uno studio condotto in Africa – ha detto Clerici – dove si è visto che bambini allattati da madri Hiv-positive aumentano il periodo di sopravvivenza in ragione della concentrazione di CCL28 nel latte materno”. Da qui, i ricercatori milanesi hanno dimostrato che nei topi vaccinati con Hiv e CCL28, le plasmacellule che producono anticorpi anti Hiv risultano aumentate a livello genitale e rettale. “Il prossimo passo – conclude Clerici – lo faremo fra qualche settimana, quando inietteremo nel topo CCL28 insieme alla clamydia, al tricomonas, all’herpes, per verificare che lo stesso tipo di immunizzazione a livello della mucosa genitale avviene anche per altre malattie sessualmente trasmesse”.


Altra fonte.

~ di maxfjster su 3 ottobre 2007.

2 Risposte to “AIDS, SCOPERTA PROTEINA CHE STIMOLA LE DIFESE”

  1. eh … sarebbe una vittoria….

    anche se …

    .. credo che cure per malattie “definite incurabili” siano già state inventate solo che le case farmaceutiche … muovono questo mondo come in una partita di scacchi!

  2. Non voglio contraddirti,
    ma ho ancora fede (nella ricerca), se ci fosse qual’cosa di de4finitivio avrebbero trovato un compromesso…non credi.
    Troppo grave la cosa per tenerla nascosta, ogni passo che viene fatto e’ registrato, e non penso che qualche bell’inbusto o soceta’ tenga nascosta una cosa del genere.
    Poi tutto e’ possibile!😦

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: