Fino al 1 Aprile il nuovo blog sara’ of-line(video Bernard “Buddy” Rich)

A causa dell’host che mi ospita, o meglio visto che ho superato i 2giga a disposizione il nuovo blog( http://www.maxfjster.net/ ) sara’ disponibile dal 1 Aprile!

Bandwidth Limit Exceeded
The server is temporarily unable to service your request due to the site owner reaching his/her bandwidth limit. Please try again later.
Apache/1.3.39 Server at maxfjster.net Port 80

Lascio qualche video…tanto per cambiare.
Non aspettatevi nulla dei soliti video che posto, questi video hanno piu’ di 30 anni ma per chi non li ha mai visti e ama la musica, vale la pena perdere due minuti e guardarli.
Secondo me, il piu’ grande batterista di tutti i tempi.

Buddy Rich

Da wikipedia:

Bernard “Buddy” Rich (30 settembre 1917 – 2 aprile 1987) è stato un batterista statunitense.

Egli è stato ed è ancora considerato fra i migliori batteristi mai esistiti. Era dotato di grande velocità e tecnica, dovute alle sue capacità di utilizzare sapientemente i polsi. Buddy Rich insieme a Joe Morello, Jim Chapin, George Lawrence Stone, Gene Krupa è uno dei pilastri del metodo moderno di studio della batteria e grande esempio per i batteristi più attuali come Dennis Chambers, Virgil Donati, Vinnie Colaiuta, Steve Gadd ed anche Billy Cobham ha dichiarato che Rich è stato uno dei suoi modelli fondamentali.

Il segreto di questi grandi maestri è quello dell’allenamento estenuante sulla tecnica del rullante, argomento che fa da filo conduttore su ogni loro libro di studio. Essi infatti ci insegnano come si possa diventate dei geni della batteria studiando esclusivamente sul rullante una cassa e un charleston. La lentezza, la correttezza della posizione delle braccia e la distinzione tra note e accenti sono fondamentali fattori che vengono scritti su tutte le introduzioni dei grandi libri di studio, da “Modern interpretation of the snare drum rudiments” di Buddy Rich fino a “Master Studies” di Joe Morello.

Nato a Brooklyn è destinato a vivere nell’ambiente dello spettacolo, infatti all’età di 2 anni è già sul palco per suonare l’inno americano nello spettacolo che i suoi genitori portavano in giro per gli States. All’età di 4 anni si esibisce come ballerino di tip tap e batterista. All’età di 6 anni è già in piena attività come solista in uno spettacolo (Traps the Drum Wonder). A 11 anni è leader di una propria orchestra. La sua carriera nel jazz inizia nel 1936 con Art Shapiro e solo dopo un anno inizia a raccogliere i primi successi nell’orchestra di Hot Lips Page. Nell’orchestra di Joe Marsala si creò la fama di band driver, infatti tra il 1938 e il 1945 suonò con tutte le più famose orchestre di swing dell’epoca, tra cui Bunny Berigan, Harry James, Artie Shaw, Tommy Dorsey e Count Basie. Nel 1945 organizza la sua prima Big Band ma alterna ancora presenze nelle orchestre con Harry James, Charlie Ventura, Tommy Dorsey, Les Brown e Josephine Baker. Nel 1966 la sua orchestra è ormai un riferimento del mondo del jazz. Buddy Rich si è sempre vantato di non aver mai studiato con costanza ma di aver ricavato la sua tecnica dalla continua pratica quotidiana in concerto, in poche parole un talento naturale. Rich ha perfezionato uno stile che si basa su un elementare uso della coordinazione ma una strabiliante tecnica del tamburo rullante. L’uso dei rudimenti viene distribuito sui vari componenti della batteria arricchita sulla cassa da più tom; nonostante la velocità di esecuzione paradiddles e rulli a colpi singoli gli permettono di creare intrecci sempre intelligibili senza scadere nel puro tecnicismo grazie anche al grande senso dello swing. Senza dubbi le sue fonti di ispirazione furono Chick Webb e Gene Krupa.

Buddy Rich è stato inoltre protagonista di numerosi show televisivi come il Muppet Show, dove egli dava prova con simpatiche scenette delle sue doti di batterista leggendario. Egli è entrato di diritto nella storia del jazz e delle big band sin da giovane. Oggi, a ormai vent’anni dalla sua morte nel mondo continuano a susseguirsi gli show, i festival e le pubblicazioni a lui dedicati.

~ di maxfjster su 27 marzo 2008.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: